La Rosa dei Vini

la nostra storia e lo staff

>

La Rosa dei Vini

guarda le nostre immagini

>

La Rosa dei Vini

richiedi maggiori informazioni

>

Ristorante con affittacamere, Cuneo

La Rosa dei Vini è a SERRALUNGA D'ALBA, Loc. Parafada, 4

Il locale a SERRALUNGA D'ALBA, in provincia di Cuneo, propone piatti tipici della cucina tipica piemontese e delle Langhe, preparati a base di tartufi, funghi, e ingredienti locali, e i prestigiosi vini del territorio, ai quali si aggiungono rinomate etichette sia italiane sia internazionali. A conduzione famigliare da oltre 15 anni, il ristorante con affittacamere di Cuneo La Rosa dei Vini dispone di una sala interna ed una veranda in grado di ospitare fino ad un massimo di 30 e 80 coperti. L' ampio dehor aperto in tutte le stagioni con veduta panoramica sulle colline in grado di accogliere altri 80 coperti. La struttura, sita nella rinomata regione delle Langhe, tra le province di Cuneo e di Asti, è adatta anche a ospitare bambini, persone diversamente abili e con intolleranze alimentari.
Nel menu del ristorante con affittacamere di Cuneo prelibatezze quali agnolotti, plin, tajarin, brasato al barolo, specialità di funghi, tartufi e fonduta, e inoltre piatti appositamente preparati per celiaci. Per prenotare un tavolo presso il ristorante, ed evitare così di attendere, telefonate o utilizzate gli appositi spazi presenti nella sezione contatti. Sono inoltre disponibili sei camere doppie, all’ occorrenza trasformabili in triple e/o quadruple. Arredate con sobrietà ogni camera è dotata di bagno privato, tv, telefono, frigo bar, sveglia. Il servizio di prima colazione è compreso nel prezzo. Fax, internet, parcheggio, pagamento con carta di credito a richiesta. Le camere godono di vista panoramica sulle colline delle Langhe. La nostra struttura dispone di ascensore e accesso per disabili. 

servizi

ristorante

Cucina piemontese: menu alla carta, degustazione, vegetariano, senza glutine

camere

Sei camere doppie, all’ occorrenza trasformabili in triple e/o quadruple

eventi

Pasqua, Natale, Capodanno, Ferragosto, Battesimi, Matrimoni, Lauree...

località

Serralunga d’Alba, tra le piccole cantine lungo la Strada del Barolo

Non solo Barolo e Tartufo

Le Langhe e i loro castelli 

Le Langhe, con le loro dolci colline e i nobili vigneti, spesso nascondono borghi e fortificazioni di antica fondazione. Il paesaggio di Langa è unico al mondo. Consacrato nel 2014 con l’iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO, l’elemento che lo caratterizza sono le sue colline: ripide pareti di recente formazione, come squarci nel paesaggio, sulla sponde del Tanaro; lunghe colline, vere e proprie “creste di terra” fiammeggianti di origine antichissima e le Langhe, dolci e morbide alla vista. L'effetto ricorda quello delle onde del mare, dove oggi spicca la vite, che con i suoi filari ordinati
Ma esiste anche la Bassa e l’Alta Langa. La prima non supera i 500 metri di altitudine dove la fa da padrone il vitigno nebbiolo. L’Alta Langa è invece quella dei formaggi (tume e robiole) e dei funghi, dei porcini e del tartufo.
Non solo Barolo DOCG e Tartufo Bianco, le Langhe sono anche terre di famosi castelli medievali. Nei pressi del ristorante con affittacamere di Cuneo La Rosa dei Vini conviene non perdersi la vista mozzafiato dal castello di Serralunga d’Alba. Il maniero domina le celebri colline del Barolo con la sua slanciata verticalità e dal suo antico camminamento di ronda militare, si gode di una veduta che si apre a 360° fino alle colline del Roero e alla cortina della Alpi. La sua struttura è unicum sul suolo italiano dal punto di vista architettonico: si tratta, infatti, di un Donjon francese, un dongione. Il dogione era la torre più alta di un castello, progettata per servire sia come punto di osservazione sia da ultimo rifugio, in caso di occupazioni nemiche. Questa torre serviva anche come alloggio del castellano. Il Donjon si differenzia dal Mastio (o Maschio) perché quest'ultimo, pur avendo caratteristiche simili, non era destinato a residenza stabile, anche se poteva essere abitato. Il Castello di Serralunga d’Alba, costruito fra il 1340 e il 1357 per volontà della famiglia Falletti, più che un ruolo militare ebbe però una funzione di controllo delle attività produttive locali, come dimostra la sua stessa struttura estremamente slanciata e tesa.

CHI SIAMO